• Viaggiare Preparati

    Viaggiare Preparati

    In questo capitolo cercheremo di trattare le malattie ed i disturbi più frequenti durante i viaggi all’estero.

    Per alcune indicazioni riusciremo ad elaborare delle direttive valide a medio-lungo termine, per altre invece (Malaria ecc) daremo solo un approccio di base. La situazione evolve troppo rapidamente per poter scrivere  delle indicazioni valide ed attuali, chiamateci e vi daremo sempre le ultime raccomandazioni elaborate dall’Istituto di medicina tropicale di Basilea.

    La nostra farmacia dispone di un abbonamento professionale con la più conosciuta e stimata organizzazione  di ricerca medica che studia e tiene aggiornate le più recenti raccomandazioni nel campo della medicina di viaggio e tropicale.


     

    La causa più frequente di diarrea del viaggiatore, una malattia che di solito dura diversi giorni è un’infezione da ceppi non invasivi enterotossici di un battere chiamato Escherichia coli.

    Loperamide: Nei casi lievi la loperamide (Imodium ed diversi generici) una sostanza ben conosciuta ed utilizzata  da diversi decenni rappresenta il medicamento di scelta. Una dose di attacco di 2 compresse seguita da un’ulteriore compressa dopo ogni scarica diarroica fino ad un massimo di 4-6 compresse al giorno è in grado di alleviare i disturbi in meno di 24 ore. La loperamide non dovrebbe essere utilizzata in presenza di febbre o sangue nelle feci. Gli effetti collaterali più comuni sono stipsi e dolori addominali.

    Antibiotici: Se la diarrea è grave, persiste da più di 72 ore o è associata a febbre o sangue nelle feci dovreste farvi prescrivere un antibiotico. Normalmente negli adulti si consiglia l’assunzione per uno-tre giorni di un fluorochinone (ciprofloxacina, norfloxacina ecc.) I fluorochinoni non sono invece in genere raccomandati nei bambini o durante una gravidanza. Un alternativa considerata sicura per questi 2 gruppi di persone è rappresentata dal azitromicina.  Rappresenta anche il farmaco di prima scelta per molte zona dell’Asia (Thailandia ed India) dove si sta sviluppando una forte resistenza ai fluorichinoni.

    Naturalmente il primo fattore da considerare in questi casi è la prevenzione.
    La vecchia regola “prevenire è sempre meglio di curare” resta sempre di stretta attualità. Bisogna quindi porre una grande attenzione a cosa si mangia secondo i principi del “boil it, cok it, peel it or forget it “.
    Un altro problema insidioso è rappresentato da bibite ed acqua (ghiaccio!), in certe zone del mondo più difficile da risolvere di quanto si pensi.

    Oggi abbiamo per fortuna un nuovo alleato che ci viene fornito dalla moderna tecnologia. Durante un corso di aggiornamento organizzato da un conosciutissimo medico sportivo, con alle spalle diversi 8000 m in Nepal ci è stata presentata Steripen, un innovativo sistema che riesce a rendere potabile in pochi secondi l’acqua che useremo per bere o per lavarci i denti. E la cosa più interessante è che possiamo lavorare senza sostanze chimiche, sfruttando l’effetto battericida di una fonte di raggi UV perfettamente dosata  da un speciale microprocessore.

    INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI E VENDITA PRESSO LA NOSTRA FARMACIA


     

    Che medicamenti portare in viaggio

    * medicamenti abituali  contro febbre e dolori:
    Paracetamolo Ibuprofene
    Cerotti misti
    Disinfettante: liquido o spray
    1 Benda
    Pastiglie contro allergie
    Pastiglie contro nausea e vomito
    Pastiglie contro diarrea, fermenti
    Pastiglie contro bruciore di stomaco
    Collirio: contro infiammazione rossore, allergia
    Protezione solare
    Contro scottature solari e punture d’insetti
    Repellente insetti
    Gel contro dolori e contusioni
    Spray nasale in caso di raffreddore
    Antitussivo
    Lassativo da usare in caso occasionale
    Termometro
    Ev. terapia antimalarica
    Preservativi
    Depuratore per l’acqua

    Chiedere consiglio al proprio medico se necessario avere con sé un antibiotico.

    IMPORTANTE:
    Quando un medicamento è da conservare a temperatura ambiente si intende tra 15°C-25°C cercare di garantire nel limite del possibile questo parametro, se mai al ritorno dal viaggio valutare col farmacista se necessario eliminare il medicamento o se si può tenerlo ancora a casa fino alla data di scadenza.

    Leave a reply →

Photostream